mercoledì 11 giugno 2008

Porto a Porto


Per chi si stava chiedendo che fine avessi fatto [in realtà lo so che non ve ne é fregato nulla :-P ] la risposta é semplice: periodo di superlavoro seguito da un po' di sana vacanza. La meta? Ovviamente l'unico posto in cui avevo giurato di non tornare: Porto. :-P Foto, commenti e disavventure prossimamente su questi schermi. Per ora giusto un piccolo assaggio...


Porto nei 5 anni in cui non l'ho vista é passata da brutta copia di Beirut dopo i bombardamenti in bella città turistica [anche se qualche pecca va ancora risolta]. Uno dei fiori all'occhiello della città é la nuovissima metropolitana. Il tracciato é alquanto strano, ma con la fisionomia del terreno non si può litigare troppo. Il vero problema é il cicalino che avverte dell'arrivo in stazione che per un italiano può risultare traumatico in quanto é identico al campanello di "Porta a Porta". Ad un certo punto, dopo 14 fermate, temevo di sentire al capolinea la voce di Vespa che mi annunciava gli ospiti della serata invece delle fermate. :-P


4 commenti:

  1. utente anonimo11 giugno 2008 18:36

    C'è ancora il piccolo ed antico tram? E la parte vecchia (e malfamata) che ricorda molto l'angiporto di Genova è stata conservata oppure ha dovuto cedere il passo al progresso? E Gaia com'è oggi?


    Mi manca molto il Portogallo, purtroppo sono anni che non ci vado e non so quando potrò tornarci... maledetta saudade


    GMR

    RispondiElimina
  2. La cosa più importante è che tu ti sia ricordato del souvenir per la sottoscritta :P

    RispondiElimina
  3. Oddio... il cicalino era fastidiosissimo ma vogliamo parlare del fatto che continuavi a ripetere la destinazione del tram ( Estadiu du dragao) per le due ore successive in cui eravamo scesi dal tram?? :-P

    RispondiElimina
  4. GMR: Alcune linee del tram ci sono ancora. Altre, principalmente in periferia, sono state riciclate per la metro. La Ribeira è ancora discretamente malfamata nonostante un discreto lavoro di risistemazione. Gaia è gaia, a parte la nuova zona dei locali a bordo fiume dove prima scaricavano le botti dalle navi.

    halessia: Anche tu? Ma c'è qualcuno che non è andato a porto? :-D

    esh: Il principale prodotto autoctono di Porto sono gli accattoni, ma direi che non è un granche come regalo. :-P

    Zeta1977: Che sono certe dicerie? Aliados Cercavo solo di approfittare dell'occasione per imparare l'idioma. bolhao Non mi pare una colpa Senhora da Hora... :-D

    RispondiElimina