lunedì 27 novembre 2006

Pochi ma buoni... :-)


Immerso tra colleghi capaci di sfornate 1/2 tomi all'anno, non sempre in vetrina con "l'ultimo bestseller" [...che escono già con la fascetta...mha...] a volte ci si dimentica un po' di lui. Invece Robert Harris riesce sempre a costruire la storia in modo diverso senza riciclare ciò che ha già visto funzionare con i suoi lettori. Ho appena finito di rileggere Enigma in lingua originale [...finendo così la quadrilogia in entranbe le lingue...] e son contento di sapere che é in uscita la versione paperback del nuovo libro.


5 commenti:

  1. Umh, m'ispirano parecchio questi quattro libri! Io ho letto la trilogia dei romanzi egizi di Willbur Smith; dici che questi potrebbero piacermi?

    E soprattutto, quale viene per primo..?


    Kiss!

    RispondiElimina
  2. .....non conosco, ma la tua descrizione incuriosisce....qualche indizio in più?ciao Milla

    RispondiElimina
  3. allora faccio controprogrammazione, come italia1 quando ci sono le partite di calcio:

    1) la svastica sul sole, di dick, al posto di fatherland e

    2) cryptonomicon, di stephenson, al posto di enigma


    gli altri due non li ho letti, altrimenti sfrugugliavo anche su quelli :D


    baci :)

    RispondiElimina
  4. Ti mancano "I diari di Hitler" - ok, non è un romanzo, ma quando uno ci sa fare così merita sempre d'esser letto!

    (e Wilbur Smith è un vero dilettante in confronto a Robert Harris!)

    RispondiElimina
  5. si anche...ma cheppalle nino...

    RispondiElimina