sabato 29 agosto 2009

La Mole di Babele... :-P


Un'antica tradizione narra che un tempo tutti i popoli vivevano in pace, parlavano la stessa lingua e la concordia tra le persona regnava incontrastata. Un giorno però la superbia dell'uomo lo portò a voler costruire una torre che si innalzasse al cielo per raggiungere Dio. Questo scatenò la sua ira ed egli decise di dividere le genti e mettere il male nelle loro parole. Prima pensò di far parlare ad ogni popolo una lingua diversa perché questi non potessero più comprendersi, ma poi spinto dalla sete di vendetta verso chi aveva osato sfidarlo decise di punirli più duramente... ed inviò sulla terra la Bagna Càuda. :-P


La seconda parte della storia nei prossimi giorni, dopo il nostro ritorno dalla Sagra del Sedano di Alluvioni Cambiò


6 commenti:

  1. utente anonimo29 agosto 2009 18:04

    che ridere la tua storia

    ah!ah!

    RispondiElimina
  2. Grazie. Però ridi perché domani non dobbiamo incontrarci dal vivo. :-D

    RispondiElimina
  3. Per la bagna cauda, bisogna venire ad Alba, ad ottobre, alla fiera del tartufo, altrochè Alluvioni Cambiò

    RispondiElimina
  4. Ehhh, però questa era la prima della stagione. Man mano che rinfresca si vedrà di migliorare. :-D

    RispondiElimina
  5. Alluvioni Cambiò suona come una metafora esistenziale.


    Notevole.

    RispondiElimina
  6. A me è sempre sembrato più un avvertimento per gli abitanti... ;-)

    RispondiElimina